Maranata

Domnul nostru vine

 

           

     Dio Dona la Forza

 

Hai mai avuto il timore di non piacere a qualcuno? Probabilmente ti sarà capitato di essere preoccupato per ciò che la gente avrebbe potuto dire di te ,forse qualche volta hai persino avuto paura di agire in una situazione importante .Ebbene ,anche Mosè a volte fu afflitto da paure del genere.

 

   Il Timore di Non Essere Accettato

 

Un giorno Dio disse a Mosè:”Ho visto l'afflizione del mio popolo che è in Egitto,ho udito il grido che gli strappano i suoi oppressori e conosco i suoi affanni. Ora dunque va',io ti mando dal faraone perché tu faccia uscire dall'Egitto il mio popolo”.

Mosè pieno di timore replicò:”Chi sono io?Che cosa succederà se il popolo d'Israele non crederà che Tu mi hai mandato?”.

“Va ,perché io sarò con te”,promise il Signore e lo esortò a dire al popolo che l'”IO SONO (o l'ETERNO) l'aveva mandato.

 

   Il Timore di Non Essere Creduto

 

Ancora una volta Mosè manifestò i suoi timori dicendo che probabilmente il popolo d'Israele non avrebbe mai creduto che era stato veramente il Signore a mandarlo da loro. Allora Dio chiese a  Mosè di mostrargli  il  bastone che aveva in mano e di gettarlo a terra. Mosè ubbidi e il bastone che aveva si trasformò in  un serpente .Poi gli chiese di afferrarlo per la coda e quando Mosè  lo prese in mano il serpente si trasformò di nuovo in un bastone. Dio ordinò a Mosè di fare questo in presenza del popolo d'Israele affinché credesse che l'Iddio di Abraamo ,di Isacco e di Giacobbe gli era veramente apparso. Il Signore chiese ancora a Mosè di mettersi la mano nel petto e quando Mosè la tiro fuori la mano era diventata lebbrosa, bianca come la neve; poi gli disse di rimettersi la mano nel petto e quando Mosè la tirò fuori ecco che era ritornata sana.

 

   Il Timore di Agire

 

Ancora pieno di timori  Mosè supplicò Dio di non mandarlo in Egitto,perché non credeva di sapersi esprimere bene con le parole e non avrebbe saputo cosa dire.” Io ho creato la tua bocca ,e io ti fortificherò “rispose il Signore.

“Non posso farlo!”gridò Mosè ,”manda un altro!”.

“Va bene”,acconsenti il Signore “Arrone ,tuo fratello ,parlera al tuo posto,io ti dirò cosa dire e tu lo riferirai a lui”.

 

   Rifletti e Rispondi

 

1)Con quale nome Dio si rivelo a Mosè?

2)Quale fu la prova che Dio diede a Mosè per mostrare ad Israele che Egli lo aveva veramente mandato?

3)Chi doveva aiutare Mosè a parlare con il faraone ?

4)Che cosa ci dona Dio oggi per aiutarci a vivere per Lui?

Testi biblici : Esodo 3:7-14 ;  4:1-17;

                      Filippesi  4:13

        Cantico

 

Su nel cielo c'è un amico che mi ama

Il suo nome è più bello che ci sia

 :\:E Gesù il mio amico ed e sempre accanto a me

    E per mano ogni di mi condurrà:\:

        

 corro:   Su nel cielo c'è  un amico che ti ama

             Il suo nome e più bello che ci sia

             :\: E Gesù il tuo amico ed e sempre accanto a te

                 E per mano ogni di ti condurrà:\:

                                                                     AMEN